...E per quanto sia faticoso abbandonare la strada già segnata ed apparentemente più sicura, scopre che è possibile trovare nuove vie, e che ci vogliono sia il sole sia la pioggia per fare un arcobaleno.
Saper sognare è un dono, ma il sogno può diventare una gabbia dorata se per realizzarlo si accettano così tanti compromessi da perdere di vista la felicità. Perché é giusto credere nelle favole. L'importante è saper accettare che la nostra potrebbe essere diversa da quella che abbiamo sempre immaginato.

mercoledì 10 febbraio 2016

Ciao 2.0


Apro blogger dal cellulare almeno una volta al giorno.
È così che, ad uno ad uno, ho visto molte delle miei amicizie virtuali sparire da questo mondo, chi dichiarandolo in un post di saluto, chi, semplicemente, scegliendo di iniziare a tacere.
Io ho scelto, senza volerlo ne saperlo, la seconda opzione. 
Mi sono accorta incapace di scrivere ció che sentivo di aver bisogno di dire. E così ho scelto di non dirlo, per non rischiare di usare le parole sbagliate. 
Quella che ha aperto questo blog non sono più io, come è successa a tante di "noi"...e chissà che un giorno non torni a scrivere, con un nuovo nome ed in un nuovo mondo. 
Ma oggi mi guardo indietro e mi sembra incredibile. 
La mia BIUTIFUL life, ironica, cinica, controversa, sbagliata e sbandata, è diventata beautiful davvero, senza nessuna ironia. Perfetta. 
E ne è passata di acqua torbida sotto il ponte, e mentre davo vigorose bracciate ne ho mandato giù qualche vischiosa e polverosa sorsata...ho tossito un po e sono tornata in superficie.
Ora sono dall'altra parte del ponte, sono sdraiata a letto e mio marito mi tiene la mano sul pancione e sussulta ogni volta che sente Gregorio scalciare. Sussulta ad ogni movimento come se fosse il primo ed io non posso fare a meno di sorridere e poggiare la mia mano sulla sua...
Tornerò a scrivere un giorno, ma per il momento ho le mani occupate a dare carezze...
Devo dire grazie a chi è passato di qui anche solo una volta, a chi ha commentato, a chi ha perso tempo leggendomi. Siete parte della mia storia e vi porterò con me. 
Giulia 

domenica 6 settembre 2015

venerdì 28 agosto 2015

-7

Manca una settimana al mio matrimonio. 
Sono felice. 
Pioverà.
Sono felice. 
È iniziato tutto con un bacio sotto la pioggia, sotto la pioggia Sarà coronato, Sarà per sempre. 
È tutto pronto. 
Manchiamo solo noi ed i nostri "si".
E pioverà e sposa bagnata è bagnata, sono io ad essere fortunata. 

mercoledì 22 luglio 2015

Un mese (o poco più) e mi sposo


Tra un mese. 
(40 giorni, per la precisione...)
Le emozioni cominciano a farsi sentire, bussano piano, entrano in punta di piedi nel ritmo frenetico di preparativi che poco lascia all'emozione. 
Ma ce lo siamo promessi: goderci il viaggio e se fino ad oggi, lo ammetto, non ne siamo stati capaci, più crescono gli impegni e più sale l'emozione e le lacrime fanno cucù...
Le scelte, ciò che prima era teoria, oggi diventa concreto, sempre più reale. Ciò che prima immaginavo ora si sta lentamente creando...
"Sei emozionata?" Mi chiedono tutti...
Rispondo con un sospiro, "sono stanca", dico, il che è vero...ma è che questo formicolio nella pancia voglio tenerlo per noi, perché è un'emozione nostra e la voglio conservare gelosamente fino a quel giorno. 
Nella pratica, si è scelto finalmente il menù e, cosa più importante, si è scelta la torta, che pareva essere scelta ardua ( e lo è stata). Sarà una Red Velvet allo yogurt con crema bianca e frutti di bosco. È buona, delicata e fresca...ed è rossa e con la finitura in pasta di zucchero da Wedding Cake, una volta
 tagliata, dovrebbe essere molto particolare. Il risultato finale sarà una cosa simile: 

È stato molto complesso conciliare il tema del matrimonio, i colori (pastello), con un tableau de mariage in linea, i menù ed i segna posto...
Alla fine ci è riuscita la Wedding e l'idea finale è questa: 
Il tableau sarà un tavolo pieno di matite (color legno, tipo Ikea) con la mina dei colori dei tavoli, che non avranno un nome ma, appunto, un colore. 
Alla matita sarà attaccata una bandierina con il nome dell'invitato che dovrà recarsi al tavolo corrispondente al colore della matita stessa e che riconoscerà perché il menù sarà "scarabocchiato" con il colore corrispondente...

Durante una settimana di relax a Jesolo RR ed io abbiamo conosciuto un simpatico senegalese che ci ha venduto 10 bastoni per i selfie che noi consegneremo a cena ad ogni tavolo con gli amici, abbiamo creato un hashtag su Instagram e Facebook e chiederemo loro di usarlo quando pubblicheranno le foto per creare un album di nozze visto da loro.

Finalmente anche l'acconciatura è quasi decisa e sarà un mix tra queste due 

Poi, a matrimonio finito io lo prometto: li taglio, non li sopporto più, non sopporto più di stare ore dal parrucchiere, shampoo, maschera, olio, crema e impiastri vari, soldi e sudore sotto il phon. Un bel caschetto al ritorno dal viaggio di nozze non me lo leva nessuno. 

Il 28 ho avuto la penultima prova abito prima del ritiro. 
Niente lacrime, non sia mai...
Però c'è da dire che l'emozione c'era e chi mi conosce ha notato che non riuscivo ad infilarmi gli orecchini.
Sono felice, mi piace. Cerco di immaginarmi mentre cammino verso RR e che faccia potrà fare nel vedermi, sarà come si aspettava? Sara simile a come se l'era immaginato? 

Alla pioggia non voglio pensare, o meglio, ci penso ma non posso farci nulla. 
Verrebbe da dire: 2014 con estate fantasma e pioggia ogni fine settimana ed un bellissimo settembre...
2015 con un'estate torrida ed un settembre?....
Ma no, non sarò io a evocarla ed il mio mantra è "sarà una giornata bellissima" e so che lo Sarà, indipendentemente dal meteo. 

Per l'intrattenimento degli ospiti, oltre ai bastoni selfie, che sono dedicati agli amici, abbiamo prenotato il servizio fotografico all-in-one. 
Non un classico photobooth, bellissimo ma ormai un po' inflazionato, ma un vero e proprio set fotografico dove a coppie (o un numero massimo di 3 persone) si possono fare fotografare -si c'è la lavagna per un messaggio, ma non è indispensabile- su sfondo bianco e possono rivedersi sul PC fino ad ottenere la foto perfetta. Tutto ciò accadrà per tutti gli ospiti durante l'aperitivo. Mentre noi staremo cenando le foto verranno stampate, sul lato destro saranno scritti i nostri ringraziamenti e tutte le foto saranno appese all'uscita della sala da pranzo dove potranno essere ritirare direttamente dai soggetti ritratti e saranno sia un ricordo che il nostro biglietto di ringraziamento. 
Stiamo comunque riflettendo sull'Angolo selfie classico, con uno sfondo colorato, lavagne e fumetti...dopotutto il tema sono i colori e quindi le lavagne con i gessetti colorati ci calzano a pennello. 

L'intrattenimento, invece, per il taglio della torta, è ancora in fase di studio.
RR vorrebbe una decina di minuti di fuochi d'artificio e si può fare, conosciamo un'armeria che ci farebbe un buon prezzo...l'alternativa è il MAPPING (Google per info), che può essere molto originale, ma vanno capiti i prezzi prima di emozionarsi troppo ed innamorarsi di proposte che poi si rivelano economicamente proibìtive. 
[...aggiornamento: il MAPPING si è rivelato essere una cosa fantastica. La proposta del fornitore era di fare un fumetto di noi due e dei cani, che raccontasse la nostra storia in 2 minuti...prezzo di partenza? 2000 euro. In caso di pioggia? Tutto annullato, ma va comunque pagato il 70%del lavoro grafico. Niente, a malincuore ci abbiamo rinunciato...non volevamo spendere tutti quei soldi per una proiezione di 3 minuti a dire tanto. Hanno rilanciato con una proiezione di nostre fotografie, 2 minuti 1000 euro. Aldilà che non ci appartiene proprio, l'idea di proiettare fotografie nostre per 2 interminabili minuti, ma è che il risultato era pure brutto. Torniamo al l'opzione fuochi d'artificio, siamo in attesa di preventivi. 
Intanto la Wedding ha comprato le girandole, insomma i bastoncini che scintillano, quelli di capodanno, ok? Ma lunghi il triplo, che una volta accesi possono essere usati per disegnare, per scrivere e creano un effetto molto suggestivo...]

Ora, consigli sui regali ai testimoni?sono 6, 4 uomini e 2 donne...si era pensato ad un classico portachiavi per i maschietti (montblanc di acciaio e pelle, un gran classico) e ad un bracciale per le femmine...è che siamo a corto di idee, a corto di tempo ed a corto di forze ed energie necessarie a pensarci su più di tanto...

Per il mio regalo ad RR invece sono a posto da dicembre dello scorso anno. So che ha sempre desiderato quell'orologio li...quindi quando un giorno sono passata davanti ad una gioielleria che aveva esattamente quello, ma di secondo polso, bellissimo, come nuovo, sono entrata e l'ho preso. Costa sempre carissimo, ma di secondo polso un po' si risparmi e poi, insomma, è il regalo per il mio futuro marito. Glielo farò recapitare a casa la mattina delle nozze, ma Perché non capisse immediatamente di cosa si tratta ho voluto fare da sola il pacchetto. Ho scelto la carta, sono stata in merceria 30 minuti per comprare i nastri ed i nastrini che fossero delle giuste dimensioni e colori...poi ci ho provato, dopo un attento studio di pinterest ed un bel po' di colla a caldo ed il risultato è questo: 

Ho avuto 2 addii al nubilato. Uno con le amiche di sempre, l'altro con le amiche nuove, le amiche nate dalla mia storia con RR, che si sono rivelate fantastiche. 
Nel primo caso, con un po di fatica nell'organizzazione, alla fine mi hanno portata a Torino, serata tra amiche e terme il giorno dopo. È stato bello ed utile, ci sono stati chiarimenti importanti e riavvicinamenti di cui sentivo davvero il bisogno. 
Nel secondo caso invece è stato tutto molto festaiolo, leggero e segretissimo fino all'ultimo. È stato divertente e spensierato, siamo partite dal paesello con coroncine di fiori e molte prove che dovevo superare, tante risate nel mezzo e l'alba sulla superstrada mentre tornavamo a casa. Per quest'ultimo addio al nubilato sono particolarmente grata, sono amiche "nuove", di quelle acquisite grazie alla mia storia con RR e in poco tempo mi hanno fatta sentire una di loro con naturalezza e questa festa è stata bella, organizzata nei dettagli con attenzione e perfettamente riuscita. 

Ho scritto tanto, tantissimo ed a molte riprese il che ha probabilmente reso il mio racconto sconclusionato e confuso. 
È che non so quando avrò ancora il tempo di scrivere per aggiornarvi, visto il ritmo frenetico con il quale trascorrono le mie giornate. 
E poi si parte un giorno e mezzo dopo il matrimonio per il viaggio di nozze e ci si rivede ad ottobre. 

Sono molto felice, comunque. A dispetto di tutti gli sgambetti che la vita mi ha fatto in questi anni, mi sento estremamente fortunata e sono felice come nemmeno avrei mai sperato di essere. 
Tutto mi ha portato qui, oggi, ad essere esattamente dove dovevo e volevo essere, gli incontri fatti, le scelte prese, le lacrime versate, tutto mi ha condotto fino a qui, accanto a questo uomo così speciale, per me, così perfetto per me. 
Tutto ha seguito il suo corso, il flusso delle cose sta scorrendo verso la vita meravigliosa che ci aspetta, che ho bramato intensamente e che mi devo fermare a riflettere ogni tanto, a prendere fiato, per realizzare chi ero e cosa sono diventata oggi.
Raccolgo i pensieri ed i ricordi e cerco di scovare in essi quella giulia grigia e disillusa e non la riconosco. Ora allo specchio c'è una giulia che sta invecchiando, che non dimagrisce mai abbastanza, che non si fa più la piega ai capelli ed ha una massa lanosa di ricci in testa. 
Oggi so sorridere. Io che pensavo di non esserne capace, ho scoperto che i miei sorrisi erano sempre stati lì pronti ad uscire, aspettavano che arrivasse lui perché non si potessero più trattenere. 





mercoledì 24 giugno 2015

Un paio di mesi

 Al mio matrimonio mancano poco più di 2 mesi, ancora niente ansia.
Rimango dell'idea che non vedo l'ora che arrivi quel giorno per lasciarmi i preparativi alle spalle e per ringraziare di cuore chi c'è stato...
E sopratutto per tirare una riga e lasciare dalla parte di "quelli sbagliati" tutte quelle persone che mi hanno deluso tanto che non si può spiegare.
Si perché è vero che mi sposo, ma è anche vero che nel frattempo vivo, in attesa del 5 settembre e la vita ogni tanto con me è infame ed in questo anno (o due) non mi ha risparmiato cattiverie feroci.
E se è vero che gli amici (amiche!) si vedono nel momento del bisogno, allora è chiaro anche ad una  come me che non se la cava molto bene con i numeri, che a conti fatti io di amiche ne ho ben poche. 
Ma va benissimo così, perché quando tirerò la riga, chi rimarrà dalla parte "giusta", le amiche che saranno "promosse", saranno poche, ma mi basteranno per farmi sentire fortunata di averle...
Comunque mancano poco più di due mesi al mio matrimonio, dopodiché la smetterò con il resoconto dei preparativi, che comunque adesso è in quella fase di stallo tipico di questo periodo...
Ho fatto la prima vera prova abito, non lo vedevo da quasi 6 mesi, ma si, sono convinta, è bellissimo. 
Ho scelto le scarpe ed a malincuore saranno di raso...perché io le volevo fortemente di pelle (che poi si può tingere, magari di nero) ma niente, con il vestito proprio non riuscivo ad intonarle.
Gli inviti sono stati consegnati per la maggior parte e cominciano ad arrivare le prime adesioni, così come le prime defezioni...
Qui avete uno "scorcio" delle buste ed uno "scorcio" dell'ingresso al castello.  


Rimane da scegliere il menù della cena, tra le proposte che vi sottopongo nella foto...voi cosa scegliereste?