...E per quanto sia faticoso abbandonare la strada già segnata ed apparentemente più sicura, scopre che è possibile trovare nuove vie, e che ci vogliono sia il sole sia la pioggia per fare un arcobaleno.
Saper sognare è un dono, ma il sogno può diventare una gabbia dorata se per realizzarlo si accettano così tanti compromessi da perdere di vista la felicità. Perché é giusto credere nelle favole. L'importante è saper accettare che la nostra potrebbe essere diversa da quella che abbiamo sempre immaginato.

mercoledì 5 giugno 2013

Scrivi ancora sul tuo Blog?

Mi chede RR ieri.
Lui che del Blog non conosce nemmeno il nome, ma ne riconosce l'importanza che ha, che ha avuto nella mia vita e nel mio processo di guarigione.
- vorrei - gli dico.
- Ma sembra che mi manchino gli argomenti -
Inizio decine di post e poi li lascio a metà.
Non ultimo quello su un fantasma venuto dal passato, che per qualche giorno mi ha sconvolta, per quanto possa essere sconvolta la mia esitenza già emotivamente in subbuglio.
Così accade che qualche settimana fa, LUI, l'ex fidanzato per antonomasia, quello per il quale ho lasciato il paesello, quello che ho seguito fino in Ciociaria (e non è stato divertente!!!!), quello che ha lasciato che comprassi i mobili con i pochi risparmi che avevo, quello che fino all'ultimo non me l'ha detto, che non mi voleva più e quando me l'ha detto l'ha fatto standomi lontano 600 km.
Quello che dopo quasi 4 anni mi ha lasciata con una mezza telefonata, biascicando scuse incomprensibili, per poi ricomparire:
Come? tramite facebook, con una request, si dice così?
quando? a sei anni di distanza...
con chi? mio fratello, è lui il destinatario della famosa request.
Perchè? ecco, perchè?
Perchè uno che vive in un paradisiaco paesello della Sardegna con moglie e cane deve disturbarsi a cercare mio fratello su facebook, su quel mondo-non mondo, che poi lo aggiungi alla lista di amici che di "amici" ha solo il nome?
Volevo che cercasse me, invece che mio fratello? me lo sono domandata, perchè merito di essere sincera con me stessa. Non so darmi una risposta, propendo per il no, più per rabbia che per orgoglio. Perchè mi ha scaricata senza rimorsi, è sparito crudelmente lasciandomi a raccogliere i cocci di un cuore in frantumi ed è stata dura, ricomporlo, durissima, lo giuro.
E mi ci sono voluti anni, per dimenticarlo completamente. Che sarà patetico, ma è la verità, ed io qui sono sempre sincera.
Ma ora è il passato, un passato che ho faticosamente dimenticato...tanto che non è più nemmeno corretto chiamarlo "fantasma del passato", perchè i fantasmi fanno paura (almeno a me!) e lui non mi fa più paura. E quindi non è un fantasma, è una persona in carne ed ossa, che vive nel passato della mia memoria e della mia vita e che forse li doveva stare. Li dove ha scelto di stare.
Così, lo ammetto, li per li un po mi ha stordita, quella frase letta su facebook:
Tuofratello ed il tuo exfidanzato hanno stretto amicizia


Qualcuno ora me lo deve spiegare, perchè un uomo fa una cosa simile.
Per stupidità? per noncuranza?
Per leggerezza?

Così ci pensavamo ieri, io e la mia Piccola Amica, a quante cose incomprensibili alla mente femminile fanno gli uomini. Lei che è felicemente sposata ed io, che ho RR e gli occhi a cuore, ancora certe cose non riusciamo a capirle. Così non capisco il mio Exfidanzatovenutodalpassato, così come non capisco l'Ex fidanzato di una amica di amici, una che ho visto poco e con la quale ho parlato poco, ma che sapevo avere uno di quei bei mutui trentennali cointestati, con quel tale.
Lo stesso tale che una mattina si sveglia e la lascia. Ci sta, cose che accadono.
E poi comincia a mentire, a divagare, ad essere reticente.
"c'è un'altra?" logico che ce lo si domandi, in primis che se lo domandi lei.
E dato che un'altra c'è, che è più di un sospetto, che diventa una certezza quando alla festa del Paesello il tale in questione si presenta accompagnato da una misteriosa nuova amica..
Allora è lecito domandarsi il perchè un uomo ritenga più onesto mentire.
Partendo dal concetto che la vita è solo di chi la vita la vive e che nessuno ha il diritto di giudicare una scelta, piuttosto che un'altra. Qual'è la ragione che spinge un uomo che ha fatto la scelta di lasciare tutto per un altra donna (o forse non solo) a negare l'evidenza?

Così, oggi potrò rispondere alla domanda di RR.
Ci scrivo ancora sul blog, divago, domando, cazzeggio...
perchè la mia vita procede tra i lavori di ristrutturazione e la convivenza faticosa dei due cani, che il mio proprio non ne vuole sapere di smetterla di dominarlo, il suo...
Procede tra programmi di vacanze da sogno a Favignana, dove andremo per il mio trentaequalcosesimo compleanno e progetti per la mia stanza-armadio.
Ho quasi una stanza-armadio, donne di tutto il mondo invidiatemi!!!





Ps: amici ed amiche, non vi sembrano quasi dei bravi cani? la prova che l'apparenza può ingannare, ed anche moltissimo!


14 commenti:

  1. hmmm, perché?
    ti confesso che per l'ennesima volta ci sono io al posto della persona che ti fa spuntar su queste domande. io che ho cercato via facebook la sorella del mio ex storico, quello di cui non scrivo perché... no, forse ne scriverò.
    perché ho contattato lei e non lui? perché con lei c'era un'adorazione tra sorelle, c'era una crescita parallela di entrambe; con lui c'era un mio castello in aria soffiato via dalla sua cazzonaggine. sentire lui non mi interesserà mai più, ma sentire lei sì.
    è troppo semplicistica questa versione?
    comunque, la convivenza a quattro dev'essere stupenda!! mal che vada chiudi il bestiolino nella cabina-armadio :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed invece capisco la tua versione e mi piace pensare che lo stesso sia per lui. Perché anche loro erano come fratelli ed è bello sapere che li lega il ricordo di quell'affetto. Il ricordo di quello che legava noi, invece, è stato lavato via dalle lacrime e va bene così...
      All'ipotesi di chiudere uno dei due nella cabina armadio non avevo pensato ;-)...stasera ne parlo con RR!

      Elimina
  2. Me lo sono chiesta tante volte anch'io, e di risposte non ne ho mai trovate. Forse perchè non sono un uomo, e certe cose non arriverei nemmeno a pensarle. Però, nonostante tutto il male che ti ha fatto e tutto il tempo che c'è voluto a venirne fuori, è bello vedere che, finalmente, è arrivata quella persona davanti alla quale tutto il passato si annulla. E ti dici che, se per arrivare ad essere così pienamente felice dovevi passare quell'inferno, forse alla fine ne valeva anche la pena...Ogni volta che ti leggo e mi ritrovo in quello che scrivi spero tantissimo che la tua storia possa diventare quella di tutte noi. Che alla fine, nonostante tutto, la serenità (e la cabina armadio!!) arriva(no) sempre. :-)

    RispondiElimina
  3. Cara amica, lo penso da sempre ed é un po' il filo conduttore di questo mio blog: ci vogliono sia il sole sia la pioggia per fare un arcobaleno. E ben venga l'attraversare la tempesta, se poi puoi goderti la sua luce ed i suoi colori. Magari non arriverà la cabina armadio, ma la serenità quella si, ne sono certa e te la auguro di tutto cuore (anche la cabina armadio, perché no!)

    RispondiElimina
  4. Lo dico sempre io che Fb è solo un problema. E, detto tra me e te, credo abbia chiesto l'amicizia a tuo fratello un po' per ficcare il naso nei tuoi affari senza dare nell'occhio un po' per tastare il terreno. Forse tra un po' ti ritroverai la sua request. La gente è strana. In ogni caso, se il passato non ti fa più paura beh... c'è da festeggiare! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo: Fb porta guai.
      C'ho pensato, alla tua teoria del ficcanaso da lontano per non dare troppo nell'occhio. Fallit miseramente il tentativo di non dare nell'occhio perché la notizia che avevano stretto virtualmente amicizia mi lampeggiava come un'insegna al neon del negozio dei Cinesi alla vigilia di natale!
      Per il resto, vedremo...ma c'ho troppo da fare con i cani per aspettare la sua request ;-)

      Elimina
  5. Gli ex sono strani. E' la legge.

    RispondiElimina
  6. Gli ex non sono sempre mostri. Cioè, quando si comportano come il tuo sì. Ma il tuo è da eliminare e da non pensarci più. Hai RR, hai due cani che si odiano ma prima o poi si ameranno e hai una STANZAARMADIO! E' bello da dire: STANZAARMADIO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. STANZARMADIO...lo dico con uno scintillio negli occhi...e non solo per la stanzarmadio. Il mio ex è stato crudele e spietato, ma ben venga, se mi ha portata fino a qui...
      Ti abbraccio Piccola

      Elimina
  7. Lo stordimento iniziale ci sta, ma il bello è che dura poco, il tempo di recuperare la consapevolezza che i fantasmi non esistono. E se mai non dovesse bastare, sguinzagliagli contro quei due adorabili cagnozzi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo suggerimento quello dei cani...se non fossero due tontoloni affettuosissimi e giocherelloni sarebbe la mia prima opzione ;-)

      Elimina
  8. la malattia del socialnetwork...
    non li si dovrebbe frequentare perché ci si imbatte perennemente in cose molto poco piacevoli...
    ciò detto scrivi che è terapeutico, anche cose a metà, che la completezza chi l'ha stabilito che è la cosa migliore?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo farò, scriverò a metà, che é sempre scrivere ed é sempre la mia medicina...
      Ed eviterò i social, che male non può farmi di certo...

      Elimina

Si, lo voglio sapere cosa pensi. Si, anche se pensi male, anche se pensi niente. Lo voglio sapere...