...E per quanto sia faticoso abbandonare la strada già segnata ed apparentemente più sicura, scopre che è possibile trovare nuove vie, e che ci vogliono sia il sole sia la pioggia per fare un arcobaleno.
Saper sognare è un dono, ma il sogno può diventare una gabbia dorata se per realizzarlo si accettano così tanti compromessi da perdere di vista la felicità. Perché é giusto credere nelle favole. L'importante è saper accettare che la nostra potrebbe essere diversa da quella che abbiamo sempre immaginato.

venerdì 1 marzo 2013

Ossimoro

Quando tutto è nebuloso dentro, anche il cielo limpido di una giornata di fine inverno ti avvolge in una coltre di plumbea tristezza.
E quando il cellulare non suona e dovrebbe, cazzo se dovrebbe. Sta li, muto, e ti assorda.
Poi basta un aperitivo, un Bellini, due amiche e un po di disinteressato pettegolezzo a rendere luminoso il tuo io oscuro.
Gioia effimera, dura poco. Un attimo eterno come gli attimi passati con voi, che sfuggono e restano nei ricordi.
Ritorno sola.
Esco, devo uscire. Questi immensi cento metri quadrati mi stritolano. Soffoco.
Esco. Devo uscire. Devo camminare.
Mi trascino con lentezza. Cammino, immobile.
Urlo nel mio assordante silenzio. Nessuno si volta a guardarmi, però tutti mi fissano, senza vedermi.
Urlo, cammino, ma non piango.
Può sembrare che io lo stia facendo ma ti sbagli, io non piango più.
Mi vedrai sorridere di un disperato sorriso triste e ti accorgerai che io non piango più.









2 commenti:

  1. A che serve piangere per qualcuno che non ci merita.
    Raddoppia i Bellini. E' meglio ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. crepi l'avarizia: li triplico, alla faccia di chi mi vuole male! :-)

      Elimina

Si, lo voglio sapere cosa pensi. Si, anche se pensi male, anche se pensi niente. Lo voglio sapere...